Le formine per le uova

Le uova sono uno dei piatti preferiti dei bobi. Soprattutto cucinate in padella con un filo d’olio, un pizzico di sale e rovesciate al momento giusto per conservare il tuorlo morbido.

Mi suggeriscono di dire che sono uova in camicia, ma non ne sono sicuro. Voi che mi dite?

Ogni volta mi invento una storia sulla forma dell’uovo (è un gatto, è una casa, è un pesciolino, etc) e questa cosa ha creato aspettative importanti.

Per questioni di lavoro mi è capitato di vedere delle formine per cuocere le uova e dar loro una forma divertente e dopo averci pensato un po’ su ho deciso di fare il grande passo. Ora aspettiamo queste:

Vi piacciono?

Annunci

Come fare una merenda golosa e veloce per i bambini

Ora dirò una cosa molto noiosa: la merenda è uno dei pasti più importanti per i bambini.
Non lo sapevo, ora lo so. Lo so perché l’ho imparato sulla mia pelle. Se non mangiano qualcosa a metà pomeriggio si rischia di avere delle belve affamate e assetate di sangue a 40 minuti dalla cena. Bestie ingestibili, bestie che fan cose che non si raccontano altrimenti le altre bestie chissà cosa pensano. Si scandalizzano.

Scusate mi sono fatto prendere la mano. Per chi non avesse colto la citazione, è una versione (mia) di questo pezzo di Frankie HI-NRG MC.

Detto questo, vi assicuro che non è semplice dare la merenda giusta, il giorno giusto, al momento giusto o almeno con i bobi funziona così. Bisogna trovare il modo corretto di proporgli il giusto spuntino.

Sabato ho realizzato delle “facce da panino”, un’idea curiosa e simpatica che ha attirato la loro attenzione e che è stata spazzolata in pochi minuti.

Ecco cosa serve per 2 facce da panino:

1 fetta di pane da tramezzino
2 olive nere denocciolate
1 wurstel
1 pezzetto di prosciutto cotto
2 sottilette

Come preparare la merenda:

Tagliate in due la fetta di pane e appoggiate su ognuna delle due metà una sottiletta. Tagliate a metà le olive e fatele diventare gli occhi dei due volti. Con il wurstel create le bocche e i capelli dei vostri personaggi e usate i pezzetti di prosciutto cotto a mo di naso.
Servite.

Ovviamente potete usare ingredienti e modalità diverse per modificare il progetto e creare facce sempre nuove.

Fatemi sapere.

Mica… ci ritorno

slider_home1

In pausa pranzo ho deciso di provare Mica, un nuovo posto in corso di Porta Ticinese 50 a Milano, una michetteria, dove si servono… michette (il tipico panino milanese) imbottite di salumi.

L’idea non mi dispiaceva, ho seguito un po’ la loro comunicazione online che mi sembrava interessante, così come l’idea in se, e tac, ho fatto il mio acquisto.

Ho preso una michetta con il prosciutto crudo con una bibita analcolica in omaggio. Costo 5,50 €,

Un po’ tantino, direte voi, per un panino di piccole dimensioni, la michetta è per definizione piccola, altrimenti sarebbe stato un miccone (che a Milano è un altro tipo di pane). Comunque lo dico anche io che il prezzo è troppo alto soprattutto perché il pane, punto di forza del progetto, scopro essere surgelato, loro lo dorano solamente, c’è tanto di cartello firmato dal rappresentante legale del titolare in bella vista. Il prosciutto crudo nel mio panino era veramente da fame, e che fame dopo aver mangiato il panino. I salumi di medio bassa qualità e la poca scelta completano il quadro.

L’idea c’è, l’esecuzione meno. Io comunque Mica… ci ritorno.